PsicologiaWork

MindLab Set, dal corpo alla mente

Il MindLAB Set costituisce un sistema per Psicofisiologia Clinica, finalizzato al monitoraggio della attività elettrodermica exosomatica e composto da una unità hardware di acquisizione dati (Psychodata Acquisition Unit), una coppia di elettrodi, un cavo USB per il collegamento al computer nonché da due software integrati: il MindSCAN e lo Psychofeedback. Il MindLAB Set funziona insieme ad un computer al quale si collega e su cui deve essere istallato il software compreso nel set.

La realizzazione del sistema MindLAB Set concretizza un lungo lavoro di ricerca, sperimentale e clinica, svolto da Tullio Scrimali, presso i Laboratori dell’Istituto Superiore per le Scienze Cognitive, e di sperimentazione didattica attuato presso la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia ad Orientamento Cognitivo ALETEIA.

Il MindLAB Set realizza inoltre il punto di arrivo di uno sforzo di progettazione, ingegnerizzazione e sperimentazione finalizzati alla realizzazione di un sistema integrato di hardware e software in grado di riunire in sé elevati e innovativi contenuti scientifici, associati ad un costo molto contenuto, al fine di renderne possibile l’acquisizione da parte di ogni professionista. Uno dei maggiori ostacoli alla disseminazione delle metodiche di Psicofisiologia Clinica è stato finora, infatti, quello di non poter disporre di strumentazioni, al tempo stesso valide, ma acquisibili con un ragionevole impiego di risorse economiche e profondendo un investimento di tempo limitato per apprenderne l’impiego.

Lo strumento è perfettamente integrabile nel setting clinico in Psicologia, Psichiatria, Psicoterapia, Riabilitazione e Medicina Psicosomatica. La sua compattezza e portabilità lo rendono inoltre ideale per attività terapeutiche e riabilitative da svolgersi nei contesti operativi più disparati.

Le caratteristiche del set sono state studiate anche in funzione della didattica. Utilizzando un videoproiettore e un sistema di amplificazione audio, connessi al computer, il sistema MindLAB si dimostra ideale per la didattica ed il training in classe di gruppi anche numerosi di allievi.

Il MindLAB Set è stato ampiamente sperimentato, anche in questo ambito, nel Corso di Laurea di Medicina della Università di Catania, presso il Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche del Consorzio Universitario Ennese, presso l’Università Kore di Enna, presso il Corso di Laurea di Riabilitazione Psichiatrica e Psicosociale della Università di Catania, nell’ambito della Scuola ALETEIA e in un grande numero di corsi di livello universitario. Il set è stata utilizzato anche all’estero in occasione di workshop internazionali.

Il MindLAB Set consente di attuare i seguenti processi che costituiscono il nucleo operativo di un laboratorio di Psicofisiologia Clinica:

  • Monitoraggio della attività elettrodermica exosomatica, tonica e fasica
  • Retroazione biologica continua al paziente (biofeedback) della attività elettrodermica.

I feedback erogati sono: acustico (tre tipologie differenti di suoni) e visivo. Questi ultimi sono di tre tipi: due analogici (barra colorata verticale e grafico tracciato su un sistema di assi cartesiani) e uno digitale in grado di indicare, in ogni momento, il valore della conduttanza cutanea, espresso in microsiemens. Le informazioni visive, fruite dal paziente, sono sincroniche e cioè relative a quanto sta accadendo nel singolo istante e diacroniche cioè in grado di documentare anche quanto avvenuto nelle fasi precedenti il momento attuale della registrazione o del training di biofeedback.

  • Stampa dei dati, relativi al monitoraggio della conduttanza elettrodermica, da parte dell’operatore, ai fini della compilazione di dettagliati protocolli di seduta
  • Memorizzazione dei dati psicofisiologici che possono essere successivamente richiamati
  • Effettuazione di alcune post elaborazioni sui tracciati già registrati

Il MindLAB Set non deve essere inteso come una strumentazione o un sistema biomedicale. Infatti esso non è progettato per svolgere terapie fisiche o esami diagnostici. Il MindLAB costituisce un sistema il cui uso consente di operare il monitoraggio e la retroazione di parametri psicofisiologici in ambito Psichiatrico, Psicologico, e di Medicina Psicosomatica nel contesto di tecniche di auto-osservazione e psicoeducazione, integrate in programmi psicoterapici o riabilitativi.

La unità di acquisizione dati (Psychodata Acquisition Unit), compresa sistema, costituisce una strumentazione elettronica sicura, in quanto alimentata a batteria e connessa al computer tramite un dispositivo di disaccoppiamento opto-elettrico che assicura l’isolamento del paziente dai circuiti del computer anche quando questo viene alimentato dalla rete.

La unità di acquisizione dati è altresì perfettamente schermata e non produce interferenze elettriche né è influenzata nel suo funzionamento dai campi magnetici. Il MindLAB Set può essere utilizzato da qualunque soggetto, anche portatore di dispositivi elettronici, impiantati e non, come peace marker ed altri.

Gli ambiti di impiego finora sperimentati sono: Biofeedback, Autoregolazione emozionale e Mindfulness per il trattamento del disagio emotivo in Psichiatria, Riabilitazione Psichiatrica, Psicologia Clinica e Medicina Psicosomatica (Psychdata Acquisition Unit e software Psychofeeback), Assessment e Psicodiagnostica strumentale in Psichiatria, Psicologia Clinica e Medicina Psicosomatica.

Si ha la possibilità di evidenziare, valutare e monitorare nel tempo i processi di:

  • human information processing
  • arousal
  • worry
  • rumination
  • warning sign di ricaduta
  • processo familiare relazionale (Family Strange Situation)

Le sperimentazioni già attuate hanno dimostrato la utilità del MindLAB Set, nel contesto di trattamenti integrati, di orientamento cognitivo, nelle seguenti condizioni cliniche:

  • Ansia, panico e fobie: incremento del coping, della self efficacy e graduale abbandono dei processi di fuga ed evitamento
  • Disturbo ossessivo e compulsivo: riduzione del worry e sviluppo di competenze di coping funzionali per non emettere i rituali
  • Disturbo bipolare: prevenzione delle ricadute tramite monitoraggio dell’arousal
  • Disturbi della alimentazione: rieducazione alimentare nella anoressia e nella bulimia acquisizione dell’autocontrollo emotivo finalizzato al coping nei confronti delle abbuffate
  • Dipendenze da sostanze e comportamenti: gestione del craving
  • Trattamento del dolore: miglioramento del coping grazie all’apprendimento della riduzione dell’arousal
  • Schizofrenia: coping delle allucinazioni e gestione della stress diathesis
  • Ipertensione: riduzione dei valori pressori
  • Gastroenterologia: trattamento del colon irritabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *